Trova il tuo Affittacamere




Il Circuito Museale


La presenza di molteplici poli culturali
amplia in modo notevole l’offerta per cittadini e turisti.

02b

Tra le diverse realtà che contraddistinguono il turismo spezzino possiamo annoverare il percorso museale del centro storico: negli ultimi anni, difatti, la città si è dotata di molteplici poli culturali, che hanno ampliato in modo notevole l’offerta per i cittadini e per i turisti.

Il percorso si snoda principalmente lungo la centralissima via del Prione, una delle arterie principali del centro urbano. Scendendo dalla stazione in direzione mare il primo museo che incontriamo è i “Lia”, nato grazie alla generosità di un grande collezionista, Amedeo Lia, che ha donato la sua straordinaria raccolta d’arte alla città; situato limitrofo al “Lia”, posto all’interno della Palazzina delle Arti, ha sede il Museo del Sigillo, uno dei più importanti musei europei nel suo genere; la Palazzina delle Arti è inoltre sede di esposizioni e mostre estemporanee.

Proseguendo il nostro “cammino dell’arte” troviamo il museo Etnografico che divide gli spazi dello sconsacrato oratorio di San Bernardino con il museo Diocesano.

Abbandonando via del Prione e risalendo lungo il crinale, attraverso una delle tante scalinate che dal centro storico portano alle prime alture della città, giungiamo in via XXVII Marzo, una delle splendide vie panoramiche che il territorio offre, qui possiamo visitare il museo del Castello, sede di diverse collezioni archeologiche locali.

Scendendo nuovamente nel centro storico, dopo aver percorso una parte di corso Cavour, giungiamo in Piazza Cesare Battisti, piazza nata negli anni venti dallo smembramento di alcuni vecchi edifici, qui ha sede il Camec, importante centro per l’arte moderna e contemporanea che sorge nel restaurato edificio dove in precedenza vi era il Tribunale della Spezia.

Nella limitrofa Piazza Chiodo, situata alle spalle del Camec, troviamo il Museo Navale, in corrispondenza dell’ingresso principale dell’Arsenale Militare, al cui interno troviamo dei veri e propri cimeli marinareschi, rappresentazioni cartografiche, modellini in scala delle navi più importanti della Marina Militare Italiane, il tutto a ricordare la forte vocazione marinaresca italiana.

museo

Il nostro itinerario museale si conclude con il Museo Nazionale dei Trasporti, l’unico non ubicato nel centro storico spezzino ma situato nel quartiere di Fossitermi, nato a metà degli anni 80 con lo scopo di salvaguardare i mezzi filoviari, allora sempre più rapidamente sostituiti da veicoli elettronici o a combustione. Il Museo è anche dotato di una biblioteca specializzata, di documenti ed oggetti legati alla storia del trasporto e di un’amplissima fototeca.